“Albe succubi di tormenti”

L’eco ridondante delle menti silenziose,

attimi strappati ad istanti lontani,

pensieri colmi di dubbi.

Sentimenti pieni di attese,

dentro eroiche e fittizie aspettative,

intrinseche di contorni rigogliosi.

Tramonti sprecati,

albe succubi di tormenti,

raggi di sole dimenticati.

L’inaspettata dolcezza del rimandare,

la noncuranza del presente,

il sogno remoto del futuro,

stroncato dall’anima metaforica del passato.

Annunci